Febbraio / Aprile 2023 – Corsi di formazione Online – Save the date

Giovani Protagonisti
11 Ottobre 2022
La bellezza, la formazione, la città
15 Novembre 2022

Febbraio / Aprile 2023 – Corsi di formazione Online – Save the date

E’ in corso la richiesta di crediti formativi per assistenti sociali

Primo Modulo

Mediazione dei conflitti e manutenzione delle relazioni: come gestire i conflitti sociali in un’ottica di riconoscimento delle personalità /soggettività e manutenzione delle relazioni

PRESENTAZIONE

Il lavoro in ambito sociale implica il doversi continuamente trovare a vivere relazioni che a lungo andare potrebbero comportare una elevata fonte di stress. Spesso queste relazioni “faticose” non sono solo quelle instaurate con le persone afferenti ai servizi socio-educativi ma anche quelle con i propri colleghi di lavoro oppure con gli operatori di altri servizi.

Inoltre i profondi cambiamenti dell’ordine sociale, politico, economico e culturale degli ultimi decenni, e in particolare degli ultimi due anni, hanno dato origine a scenari di frammentazione e vulnerabilità sociale ed educativa che esigono risposte nuove ed immediate.

I Metodi di Risoluzione Pacifica e Partecipativa dei Conflitti si sono rivelati uno strumento molto utile nella gestione delle differenze e nella trasformazione dei conflitti che nascono nelle relazioni sociali comunitarie. La mediazione intesa come processo, unita a una maggiore conoscenza della propria e delle altrui personalità, offre la possibilità di affrontare e prevenire situazioni comunicative tese o interrotte e di creare dei gruppi di lavoro in grado di valorizzare la diversità come un valore aggiunto.

Questo corso, ormai arrivato alla VI edizione e molto apprezzato da chi vi ha partecipato, in questa edizione sarà notevolmente rinnovato: oltre all’ormai consueta calibratura del corso rispetto ai bisogni formativi dei partecipanti e uno stile di lavoro con il gruppo e per il gruppo, il conflitto nelle comunità sociali avrà un posto di rilievo così che verranno forniti degli strumenti per saperlo leggere e gestire.

PROGRAMMA DETTAGLIATO

  • 21 Febbraio, ore 9.00 – 13.00: Presentazione del corso, aspettative e bisogni formativi. Conflitti e loro epicentro. Distinzione tra CONFLITTO e VIOLENZA
  • 28 Febbraio, ore 9.00 – 13.00: I conflitti comunitari: il nostro ruolo e come affrontarli. L’etica deontologica professionale nel conflitto
  • 7 Marzo, ore 9.00 – 13.00: Cornici, premesse implicite e ribaltamento dei punti di vista professionali. Il rispecchiamento emotivo
  • 14 Marzo, ore 9.00 – 13.00: Introduzione alle proprie e altrui personalità
  • 21 Marzo, ore 9.00 – 13.00: Modello riflessivo e apprendimento esperienziale: vergogna, ciclo di riflessività di Gibbs e Vademecum

Secondo Modulo

Conflitto, persona e lavoro sociale: la sapienza della pratica tra burnout, ansia e buone relazioni

PRESENTAZIONE

Questo corso di II livello nasce per rispondere alla richiesta, ripetutamente avanzata dai partecipanti, di dare un seguito al corso di cui sopra di I livello. Mantenendo lo stile interattivo e partecipativo del primo corso, questo modulo si pone gli obiettivi di offrire innanzitutto la possibilità di una verifica rispetto alla pratica con gli strumenti e le prospettive maturate nel corso precedente, anche con la supervisione di alcuni casi proposti dall’esperienza vissuta, così da poterli ulteriormente interiorizzare. Verranno però anche affrontate tre tematiche che permetteranno sia di approfondire quanto già si era iniziato a vedere sia di aprire nuove finestre come nel caso dell’ansia e del bournout.

PROGRAMMA DETTAGLIATO

  • 28 Marzo, ore 9.00 – 13.00: Follow up e analisi dei nuovi bisogni formativi emergenti; supervisione su casi di conflitto
  • 4 aprile, ore 9.00 – 13.00: La teoria dell’autodeterminazione; dal job burnout al work engagement
  • 4 aprile, ore 9.00 – 13.00: L’ansia: alleata inattesa ( giornata a cura di Cyrus Roustayan, psicoterapeuta)
  • 2 maggio, ore 9.00 – 13.00: Comunicazione Non Violenta, sintesi degli apprendimenti e chiusura dei lavori

Docenti dei 2 Moduli:

  • Massimo Puglisi, educatore, mediatore dei conflitti alla scuola di J. Morineau
  • Roberta Boccato, assistente sociale, mediatrice familiare
  • Cyrus Roustayan, psicoterapeuta